5 consigli per prevenire dolori e fastidi nell’era dei lockdown e dello smartworking

5 consigli per prevenire dolori e fastidi nell’era dei lockdown e dello smartworking

Lockdown e smartworking, due termini che nell’ultimo anno hanno significato grandi cambiamenti ma soprattutto vita sedentaria, posture sbagliate e spesso sovrappeso fisico.

La difficoltà di fare sport, più in generale attività fisica, ha naturalmente anch’esso provocato un aumento dei rischi legati ad uno stile di vita sedentario a cui ci siamo dovuti adeguare non sempre con il giusto atteggiamento e con le giuste precauzioni.

Nel nostro poliambulatorio abbiamo assistito in questi ultimi 12 mesi ad un importante incremento di problematiche legate al mal di schiena (in modo predominante), al collo, alle spalle, al torace e alle ginocchia.

Le persone più colpite sono naturalmente quelle di età avanzata e quelle in sovrappeso. In questi casi infatti il livello dello stress fisico tende ad aumentare in modo esponenziale, ma la conseguenza della vita in casa ha determinato problematiche di varia natura anche a persone più giovani non abituate a stare ferme.

Ecco, allora, alcuni consigli per evitare, o quantomeno limitare, il rischio di dolori alla schiena o più in generale di malessere fisico.

  1. Costante attenzione all’alimentazione: una vita sedentaria si sa comporta grossi rischi legati al sovrappeso e all’obesità. In questo modo si carica la colonna vertebrale provocando spesso fastidi o dolori che vanno subito diagnosticati per evitare ulteriori danni fisici. Un’alimentazione sana ed equilibrata sicuramente porterà benefici al corpo… e anche alla mente!
  2. Fare streching: bastano pochi esercizi quotidiani per permettere ai muscoli una migliore elasticità e alla colonna vertebrale di scaricare almeno in parte le tensioni quotidiane legate a posture sbagliate, soprattutto per chi lavora in modalità smartworking passando molte ore davanti al pc.
  3. Fare attenzione alla postura: evitare, soprattutto quando si è seduti e quando si è allungati sulla poltrona, posizioni che generano forti stress alla schiena e al collo, contribuendo alla formazione di ernie e altre patologie.
  4. Sollevare pesi nella maniera corretta: piegarsi nel modo corretto evitando che lo sforzo si concentri sulla colonna vertebrale, soprattutto quando si devono portare pesi che apparentemente possono sembrare innocui (esempio la spesa o lo spostamento di un piccolo mobile in casa) ma che in tempi di vita sedentaria possono provocare problematiche muscolari e sulla colonna vertebrale.
  5. Fare un esame diagnostico quando il dolore permane: occorre capire velocemente l’origine del fastidio o del dolore perché intervenire subito può evitare il perdurare o il peggioramento delle cause scatenanti.
condividi su
Share on facebook
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Categorie articoli

Newsletter

Select list(s)*

 

Loading

CONTATTI